4. Quartiere dei Montecchi

Questo quartiere presso il Ponte Nuovo era controllato dai Montecchi, protagonisti, nella leggenda e nella storia, delle lotte tra fazioni che insanguinarono Verona per tutto il 1200. Per arrivarci bisogna attraversare l’attuale piazza delle Poste e il suo giardino botanico, dove continuavano i palazzi degli Scaligeri. Fu Can-signorio, a metà del 1300, a ingrandire verso sud il precedente palazzo di Alberto, oggi ancora visibile. Le dimore della famiglia di Giulietta e della famiglia di Romeo erano perciò separate proprio dalle residenze dei Signori di Verona.
Queste case per Dante rappresentavano quindi il presente, quella terribile realtà di cui lui stesso era stato vittima quando la fazione avversa lo cacciò da Firenze. E la stessa sorte toccherà infatti a Romeo, bandito da Verona dopo l’uccisione di Tebaldo, come raccontò nel 1500 Luigi Da Porto, primo autore della celebre storia immortalata, alla fi ne dello stesso secolo, da William Shakespeare.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter

Privacy - Presa visione dell'informativa, e ai sensi del Dlgs. 30 giugno 2003, n. 196, presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per accedere ai servizi web e ai mailing services riservati agli utenti on-line dello IAT di Verona.

Archivio newsletter