Ponte Pietra

Partiamo da Ponte Pietra, il”Pons Lapideus”, una delle prime testimonianze della presenza romana a Verona. Da qui ammiriamo il Monte Gallo o Colle di S.Pietro, abitato fin dalla preistoria ed interamente adibito a zona teatrale dai romani in età augustea. Le rovine del sontuoso teatro vengono ancora oggi utilizzate per eventi spettacolari. Salendo lo “Scalone” di S.Pietro, vediamo delinearsi il profilo della città; stretta dall’abbraccio sinuoso dell’Adige da verdi colli, vestita di rosso, rosa, ocra e verde. Al termine della gradinata, dal piazzale antistante l’ottocentesca caserma austriaca soprannominata “Castello di Re Teodorico”, cogliamo, con un solo colpo d’occhio, la bimillenaria scacchiera: re è il Teatro, regina l’Arena, alfieri i campanili delle chiese, cavalli i ponti, pedoni le antiche case.

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter

Privacy - Presa visione dell'informativa, e ai sensi del Dlgs. 30 giugno 2003, n. 196, presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per accedere ai servizi web e ai mailing services riservati agli utenti on-line dello IAT di Verona.

Archivio newsletter