7. Piazza Erbe

… A proposito di mercati, ecco quello storico della città, il cuore di Verona che palpita da 2000 anni: piazza Erbe. Tutte le case che vediamo sono medievali, le splendide case dipinte sono le case Mazzanti: gli ex-granai scaligeri, e scaligera è la Domus Mercatorum, la casa dei mercanti, (fatta erigere da Alberto). Mentre rinascimentale è il rivestimento dell’antico Palazzo del Comune; barocco è invece il festoso edificio che fa da sfondo alla piazza: palazzo Maffei… Anche qui dunque un concentrato di storia che si manifesta in un scenario architettonico di straordinaria vitalità. Anche la fontana contribuisce alla vivacità di piazza Erbe, che al tempo di Dante doveva essere brulicante di mercanti e artigiani. E non è un caso che la fontana di Madonna Verona abbia una doppia anima: con la testa medievale e il corpo romano di dea pagana, essa è il simbolo dell’unione fra mondo classico e mondo moderno-cristiano, unione che Dante vagheggia e che sembra realizzarsi appunto a Verona, città che ha saputo mantenersi viva in ogni epoca…

Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter

Privacy - Presa visione dell'informativa, e ai sensi del Dlgs. 30 giugno 2003, n. 196, presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per accedere ai servizi web e ai mailing services riservati agli utenti on-line dello IAT di Verona.

Archivio newsletter