Arena Opera Festival 2019

10 agosto 1913.
Nel maestoso Anfiteatro di epoca romana, per iniziativa del tenore veronese Giovanni Zenatello e dell’impresario teatrale Ottone Rovato, va in scena la prima rappresentazione operistica della storia veronese.

E’ l’inizio di una grande storia d’amore, quella tra la città di Verona e l’opera lirica, che continua intensificandosi di anno in anno.

L’occasione dello spettacolo del ’13 era la celebrazione dei cento anni dalla nascita di Giuseppe Verdi. Lo spettacolo in questione era l’Aida, ancora oggi opera regina della rassegna areniana, che ogni estate richiama spettatori da ogni angolo del mondo, desiderosi di vivere almeno una volta nella vita la magia unica dell’opera lirica in Arena.

L’appuntamento con la prima, quest’anno, segna l’inizio della magica estate scaligera: il 21 giugno, segnata dall’incanto del solstizio d’estate, va in scena “La Traviata” nel nuovo allestimento firmato dal Maestro Franco Zeffirelli, sapiente padrone di casa sul palco areniano.

Il programma prosegue fino a settembre con l’immancabile “Aida, “Il Trovatore”, la “Carmen”, “Roberto Bolle & Friends”, “Plàcido Domingo 50 Arena Anniversary Night”, la “Tosca” e i “Carmina Burana” di Orff.



«Grande trionfo dell’Aida, nell’anfiteatro romano di Verona, consacrato dal delirante entusiasmo di una folla cosmopolita»


(L’Arena – 12 agosto 1913)

Scopri il programma completo…




Potrebbe interessarti anche

Iscriviti alla newsletter

Privacy - Presa visione dell'informativa, e ai sensi del Dlgs. 30 giugno 2003, n. 196, presto il consenso al trattamento dei miei dati personali per accedere ai servizi web e ai mailing services riservati agli utenti on-line dello IAT di Verona.

Archivio newsletter